Semplicemente voi....

Pagine

giovedì 28 giugno 2012

Pillole di shabby...


Sicuramente sarete tutte davanti alla TV per tifare la nostra Nazionale di calcio... io, invece, ne approfitto per raccontarvi una cosa simpatica...

Ormai anche i muri sanno che tra un mesetto circa cambieremo casa. Abbiamo deciso di andare nella nuova casa adattando i mobili che abbiamo, in modo da poter scegliere con calma e in base alle nostre esigenze i mobili nuovi. Però... come si fa a cambiare casa senza metterci un po' della propria vena creativa? Insomma: ok il recupero dei mobili, ok il risparmio, ma resta pur sempre una nuova casa...
"Mi è stato concesso" di ridipingere le antine della cucina... e io ho scelto lo stile shabby! Fa così "famiglia": quei mobili finemente rovinati, quelle screpolature che raccontano la loro storia, quei forni sempre pieni di dolci pietanze, quei grandi tavoli intorno ai quali ci si racconta... 
Prima di cominciare con i lavori definitivi mi sono documentata, ho girato, fatto domande, letto e quando mi sono sentita pronta ho deciso di fare "le prove ufficiali" su un mobiletto in legno e su 3 mensole Ikea.

Questo mobiletto è stato creato 7 anni fa, quando sono andata a vivere da sola, dal mio papà per i cd. Inizialmente erano due mensole lunghe e strette, col tempo le esigenze sono cambiate, le mensole hanno cambiato colore, poi forma, infine sono diventate così... ed ora un nuovo look......





 Anche queste mensole mi seguono da quando sono andata a vivere da sola... e montando queste mensole, in un caldo sabato pomeriggio, ho parlato per la prima volta al mio papà della mia simpatia per un ragazzo.... quel ragazzo è il mio compagno da quasi 6 anni..... non potevo certo buttarle....


Mi sono armata di camice protettivo, mascherina, occhiali, guanti, ho impugnato la mia NUOVISSIMA levigatrice, tirato fuori i colori e ho cominciato con il restauro.... ma di questo vi racconterò e mostrerò a lavoro ultimato (ci sono quasi! :o) )
Aspettando i tempi tecnici di lavoro, sabato mi sono concessa una giornata con la mia nipote acquisita di 24 anni, Valentina. Gironzolando per negozi siamo entrate in un posticino dove vendono anche mobili etnici e shabby. La mia attenzione è stata subito attirata da un bellissimo tavolo (ovviamente shabby), l'ho  ammirato da lontano, mi sono avvicinata piano per scoprirne tutti i particolari, ne ho accarezzato il piano e poi... "Caspita Vale quanto costa!" E lei, con sguardo complice "Anto è anche vecchio e rovinato!" Pensavo scherzasse, l'ho guardata con un sorriso... NO! Lei era seria! Quindi le ho spiegato che è stato fatto appositamente così, che è uno stile..... Non mi è sembrata convinta: ora so a chi non piacerà la mia "nuova" cucina!
E per concludere, dopo mesi di foto e giornali, meticolosamente studiati col mio compagno, finalmente gli mostro il lavoro quasi finito
Lui "Bene, ora devi solo verniciarlo"
Io "Ma è già verniciato"
Lui "Sì, ma dovrai coprirlo con del colore, non vedi che ci sono dei punti ancora scrostrati"
Io "????????????? Giu: questo è SHABBY!"
Lui "?????????Ah, va bene......"
Ovviamente a questo è seguito uno scambio di idee, sugli stili, i gusti, i tempi... Quindi: ancora una prova su una mensolina interna del mobile e, se il risultato gli gusta, la cucina shabby si farà! Devo dare tutta me stessa! Da una piccola mensola dipende tutta la mia idea di cucina famigliare romantic-chic!
E voi cosa ne pensate dello shabby? Le vostre cucine come sono?

Ora scappo: l'Italia è in finale... BISOGNA FESTEGGIARE!!!!!!!!!!!!!!

Un abbraccio
Antonella
 
 

domenica 17 giugno 2012

"Credo in te amico mio"

E' strano come possano nascere delle Amicizie quasi per caso... come le persone riescano a diventare un Gruppo affiatato... Ci si vede una volta alla settimana per danzare e quell'ora basta per parlare di sè, con sguardi, sorrisi, movimenti del corpo... Una sola ora alla settimana e quelle persone, così diverse tra loro per età, lavoro, stato sociale... diventano il tuo punto di riferimento!
"Credo in te amico mio" è una bellissima poesia di P. Brown trovata per caso su internet mentre cercavo di esprimere alle mie compagne di danza quello che provo per loro. Il nostro anno di prove è finito, il saggio è stato un successo, la cena d'estate è stata divertente e "femminile" e io ho deciso di ringraziarle tutte con un piccolo pensiero: un mini album semi-personale e, sul retro, appunto, questa bellissima poesia!
Ecco qualche foto



Il colore interno degli album e quello esterno delle lettere richiama il colore del vestito indossato al saggio.
Ognuna ha delle foto personali e qualche foto di gruppo, il tutto "raccontato" da una serie di aforismi sulla danza, sulla vita, sull'amicizia, sulla bellezza...
E'  stato divertente lavorare con tutti quei colori e quelle foto, emozionante "rivivere quei momenti".... ma la cosa più bella è stato donarli! Le loro facce quando l'hanno ricevuto, il loro entusiasmo nello sfogliarlo, la curiosità nel vedere quello delle altre... TUTTO QUESTO mi ha ampiamente ripagato di quelle lunghe notti insonni, di quella frenetica corsa contro il tempo...
GRAZIE RAGAZZE SIETE DAVVERO SPECIALI!
Infine vorrei mostrarvi la foto che è piaciuta di più in assoluto a tutte noi:
 Ora devo proprio salutarvi, spero di riuscire a postare a breve, ma il trasloco e il nuovo look dei mobili (del quale vi parlerò), oltre al lavoro, ovviamente, mi portano via tutto il tempo disponibile!
Un abbraccio 
Antonella