Semplicemente voi....

Pagine

martedì 31 luglio 2012

Quando si chiude una porta...

Ho tanto atteso questo momento.... Sono 6 mesi che sogno il giorno in cui avrei chiuso definitivamente quella porta... e tutto mi sarei aspettata tranne la malinconia...

Sono passati 5 anni e mezzo da quel lontano 5 gennaio 2007, giorno in cui abbiamo firmato il contratto per affittare l'appartamento... Un mini appartamento, vicino al centro, "Solo un paio d'anni al massimo" ci siamo detti... poi il tempo è volato, tutti gli anni c'era qualcosa di più importante. La mia insofferenza continuava ad aumentare esplodendo in creatività compulsiva: continuavo a cambiare colore alle pareti, a spostare mobili a cambiare stile...

E poi è arrivata lei: un'offerta caduta dal cielo per una nuova casa. Visionata e piaciuta, non abbiamo perso tempo, abbiamo preparato tutti i documenti e cominciato a fantasticare: colori, mobili, angoli creativi e di relax... Lo scorso week-end l'abbiamo passato a colorare casa, insieme a parte della mia famiglia: chiacchiere, risate, consigli, un pranzo arrangiato utilizzando il pavimento come tavolo... e la fatica quasi non si è sentita!

Ieri pomeriggio l'incontro con il proprietario di casa per restituire le chiavi. Ci ha riempito di complimenti: per la nostra puntualità e serietà, per il modo in cui è stato tenuto l'appartamento e non sono mancati gentili commenti per il nostro Giove "Un cane elegante, educato e coccolone!" Ci siamo salutati con affetto e la porta è stata chiusa!

Andando verso il lavoro sono riaffiorati tanti ricordi: la fretta nell'occupare quell'appartamento, il NOSTRO PRIMO appartamento, la ricerca di mobili a costi ridotti, il "campeggio forzato" in casa in attesa dell'arrivo della cucina, le cene con amici e parenti ogni volta che cambiavo qualcosa, le prime conoscenze nella corte, l'arrivo di Giove...

Confesso che non vedevo l'ora di andare via, mi sentivo come una pentola a pressione sul fuoco ormai da troppo tempo, eppure lasciare "il Bunker" mi ha fatto uno strano effetto... 

Ma si sa: io sono una sentimentale....

Ed ora sono (quasi) pronta ad aprire un portone (o portoncino date le effettive dimensioni)... e chissà cosa mi riserverà questa nuova abitazione...

E voi come affrontate le novità? Come vivete gli spostamenti e i cambiamenti? Anche voi, come me, vi fate trasportare da una moltitudine di emozioni oppure, come il mio compagno, siete più razionali?

Un abbraccio affettuoso!
Antonella




8 commenti:

  1. Ciao Antonella! Noi stiamo passando or ora nella fase "andiamo in affitto un paio d'anni e poi compriamo casa"...e spero che andrà davvero così!! Il primo approccio con la casa nuova non è stato dei migliori perchè i precedenti inquilini hanno lasciato un porcile, non una casa e l'agenzia (i proprietari io non li ho ancora visti!) non è stata per niente dalla nostra parte dicendoci di arrangirci...insomma, una schifezza! Capisco perfettamente quindi le tue sensazioni nella casa-bunker perchè sono quelle che in parte sto vivendo io ora...spero passino! In più non sono per niente brava ad accogliere i cambiamenti e le novità, quindi è stato un po' un trauma in generale...Ho provato anche cosa vuol dire lasciare casa perchè ho restituito a fine giugno le chiavi del mio monolocale da single e anche lì, sì, capisco perfettamente la nostalgia!!! L'unica cosa che non mi mancherà per niente sarà la mia ex padrona di casa che è una persona antipatica come pochi!
    Ok, mi fermo :-) Chiedo scusa per il lungo commento, ma leggendo quello che hais critto mi ci sono veduta riflessa in pieno!!
    In bocca al lupo per questo nuovo capitolo e goditi la nuova casa!!! :-D
    Ciao!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Anto!!! E Ciao Angela!!!
    conosco anch'io le vostre senzazioni...sono una sentimentale..uguale uguale...anche perchè,comunque,in questi luoghi,ci si è vissuto e,nel bene e nel male,ci sono tanti ricordi...anche nel più buio degli angolini...mi è successo di piangere anche quando ho cambiato la mia prima macchina e quando ho dato via la seconda..vabbè...
    Nella mia vita ho cambiato casa innumerevoli volte...e anche se ora "ho..abbiamo il nostro/appartamento" siamo in cerca di una casa più grande e sinceramente non vedo l'ora,le novità..di solito,non mi spaventano...pensate che volevo andare ad abitare dall'altra parte del mondo...cambiamento veramente radicale...ihihihhihi. e ed è stato invece Stefano a tirare i remi in barca,come si dice...Any Way...Auguronissimi a tutt'e due!!!
    dal profondo del cuore...Jo

    RispondiElimina
  3. Grazie ragazze grazie x aver condiviso con me i vostri pensieri. Da oggi finalmente in ferie, speravo di cominciare a sistemare la casa nuova, invece i ritardi si accumulano... Sono un po' in ansia...
    Un forte abbraccio
    Antonella

    RispondiElimina
  4. ciao
    come va nella casa nuova?

    RispondiElimina
  5. I ritardi si accumulano e la partenza x il mare si avvicina... Oggi andiamo a scegliere le tende... Giusto per non perdere tempo.
    Grazie per l'interesse.
    E tu sei gia' andata in vacanza?
    Un abbraccio
    Anto

    RispondiElimina
  6. Ciao
    le vacanze estive le inizio tra qualche giorno. Noi andiamo in montagna.

    RispondiElimina
  7. E si anch io ho un immensa paura dei cambiamenti...ti auguro di creare stupendi nuovi ricordi nella nuova casetta e uno stupendo angolino creativo!!! se ti va passa d me hobbyart-fimo.blogspot.it e lascia un commentino =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi spaventano i cambiamenti... solo la fatica fisica che questi comportano! :oP
      Un abbraccio creativo
      Antonella

      Elimina

Grazie per aver deciso di rendermi partecipe dei tuoi pensieri! A presto!